Dario Fo, una vita da giullare

dario foE’ morto all’età di 90 anni lo scrittore, attore, regista e drammaturgo Dario Fo, insignito nel 1997 del Premio Nobel per la Letteratura, “Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi.

 

La notizia è arrivata in mattinata: Dario Fo si è spento all’ospedale Sacco di Milano, dove era ricoverato da alcuni giorni per problemi respiratori.

Personalità incontenibile, artista poliedrico, ‘giullare’ della cultura italiana, Fo era stato attivo fino all’ultimo. Il 20 settembre scorso aveva presentato a Milano il suo ultimo libro, Darwin, dedicato al padre dell’evoluzionismo. In estate, nel Palazzo del Turismo a Cesenatico, il rifugio creativo di Fo e della moglie Franca Rame, aveva esposto dipinti, opere grafiche, bassorilievi, sculture e pupazzi creati dall’artista e accompagnati da testi collegati al suo ultimo libro Darwin.

Lo ricordiamo con alcune sue celebri frasi…

Continue reading

“Don’t stop me now” dei Queen e’ la canzone piu’ positiva di tutti tempi.

maxresdefault“Don’t stop me now” dei Queen è la canzone più positiva di tutti tempi.

La musica ha il potere di suggestionarci e di cambiare il nostro umore, a confermarlo è una ricerca commissionata da un’azienda inglese che produce attrezzature elettroniche. È stato chiesto a 2.000 inglesi quale fosse la canzone che riuscisse a farli stare meglio e il brano dello storico gruppo inglese ha spopolato.

Continue reading

Un pericoloso virus circola su Facebook Messenger: come evitarlo ed eliminarlo

attenzione-al-virus-di-Facebook-MessengerNon cliccate. Da diversi giorni gli utenti di internet sono preoccupati per un virus che circola su Facebook Messenger. In apparenza, nessun motivo per preoccuparsi: un contatto vi invia un messaggio privato con la vostra foto del profilo e la scritta “Video” seguita dal nome (per esempio: “Marina Video”). La tentazione di cliccarci sopra è molto forte.

Questo link però reindirizza a un falso video di Youtube chiamato “xic.graphics”, che in realtà contiene un virus della tipologia “cavallo di troia”. Sarebbe a dire che un software apparentemente legittimo permette al virus di inserirsi nel computer e di infettarlo.
Secondo RTBF, questo cookie sarebbe in grado di raccogliere le informazioni, le password e dati bancari di chi ne viene infettato.

Le persone che vengono ingannate da questo video faranno click e installeranno sul loro telefonino il browser che permetterà al virus di infiltrarsi. (Non cliccate).

Continue reading

Ottavia, il Pianoforte Digitale Modulare

1474378894469110-4-OttavieQuante volte a fine serata abbiamo maledetto il cantante che finito di suonare mette il microfono nella borsetta e torna a casa tranquillo? “Se rinasco suono il flauto”, quante volte lo abbiamo detto? Qui ci vuole un idea per cambiare musica, ci vuole la mia Ottavia.

Ottavia è uno Strumento musicale smontabile. Ogni singolo modulo (1 ottava, 12 tasti dinamici) può essere usato singolarmente in modalità stand-alone oppure insieme ad altri andando a comporre una tastiera di pianoforte completa. Lo stesso oggetto quindi può essere utilizzato per il lavoro in studio, dove il musicista utilizza 1 o 2 ottave, o per le esibizioni live, dove si utilizzano 7/8 ottave. La modularità dello strumento ne riduce l’ingombro, e quindi ne favorisce la trasportabilità. Il prototipo realizzato è composto da 4 ottave. E’ corredato di uscita USB, per collegarlo al PC , di connettori MIDI, per collegarlo ad un expander, e di un ingresso USB per collegarlo ad un’altra Ottavia.

Ottavia non è un giocattolo, non è un piano arrotolabile, è un vero strumento musicale. La qualità della meccanica avrà sempre la priorità sulle nuove funzionalità, che non mancheranno negli sviluppi futuri.

E quindi che facciamo?

Suoniamo!!

Continue reading

Lettera ai giovani musicisti

40835485607senzatitolo5Alla Futura Generazione di Artisti, ci troviamo in un periodo imprevedibile e turbolento.
Dall’orrore del Bataclan, alla crisi in Siria e all’insensato spargimento di sangue di San Bernardino, viviamo un’epoca di grande confusione e dolore. Come artista, creatore e sognatore di questo mondo, ti chiediamo di non farti scoraggiare di fronte a tutto ciò, ma di usare la tua stessa vita e – per estensione – la tua arte, come strumenti per costruire pace.

Sebbene sia vero che le problematiche che il mondo sta affrontando siano complesse, la soluzione per la pace è semplice: essa comincia da te. Non serve vivere in un paese del terzo mondo o lavorare per una ONG per fare la differenza. Ognuno di noi ha una missione unica. Siamo tutti pezzi di un gigante, fluido puzzle, dove la più piccola delle azioni, pur essendone una singola tessera, influenza ciascuna delle altre. Tu conti, le tue azioni contano, la tua arte conta.

Vorremmo essere sicuri che mentre scriviamo questa lettera, pensata e scritta per un audience di artisti, che questi pensieri al contrario superino limiti e confini professionali e si applichino a tutte le persone, a prescindere dalla propria professione.
Continue reading

La corda che sussurra – Giovanni Allevi

allevi_piano-500x373Vi confido un mio segreto tecnico. Nei momenti di grande intensità dell’interpretazione non posso fare a meno del pedale 1C….ovvero…il pedale di sinistra!
Ma c’è una premessa da fare.
Suonare il pianoforte è come parlare, col cuore colmo d’ira, d’amore, di passione o di statica malinconia. E’ come gridare o sussurrare, e tutte insieme le infinite sensazioni che vi sono in mezzo. Continue reading

Einaudi suona tra i ghiacci per Greenpeace

einaudighiacci_656_ori_crop_MASTER__0x0Il pianista e compositore italiano Ludovico Einaudi ha girato un video a favore della campagna di Greenpeace per la difesa dell’Artico, suonando una sua composizione per piano, “Elegy for the Arctic”, su una piattaforma galleggiante fra i ghiacci del Polo Nord, davanti alle coste delle isole Svalbard (Norvegia). Il compositore si è imbarcato alla Svalbard sulla nave di Greenpeace “Arctic Sunrise” ed ha girato il video con un pianoforte a coda tra i ghiacci galleggianti, sullo sfondo del ghiacciaio costiero di Wahlenbergbreen. La ong chiede di fermare attività umane invasive nell’Artico, come trivellazioni petrolifere e pesca intensiva, per preservare l’ambiente naturale.

GUARDA IL VIDEO

Continue reading